La Festa della Madonna della Salute

Mercoledì 18 novembre
La Basilica rimane aperta dalle ore 9.00 alle ore 17.30
Santa Messa* ore 16.00
Triduo: Preghiera del Rosario ore  16.30 (in diretta streaming)

Giovedì 19 novembre 2020
La Basilica rimane aperta dalle 8.30 alle 18.00
Sante Messe* ore 9.00 – 11.00 – 15.00 – 17.00
Triduo: Preghiera del Rosario ore  16.30 (in diretta streaming)

Venerdì 20 novembre 2020
La Basilica rimane aperta dalle 8.30 alle 18.00
Sante Messe* ore 9.00 – 11.00 – 15.00 – 17.00
Triduo: Preghiera del Rosario ore  16.30 (in diretta streaming)

Sabato 21 novembre 2020
La Basilica rimane aperta dalle 6.00 alle 21.00
Sante Messe* ore 6.00 – 11.00 – 19.00
ore 11.00            s. Messa solenne pontificale presieduta dal Patriarca
ore 12.00           recita dell’Angelus Domini sul sagrato della Basilica e impartizione della Benedizione Papale

La s. Messa delle ore 11.00 e la preghiera dell’Angelus Domini sono in diretta televisiva su Antenna 3 Veneto e sul profilo facebook di Gente Veneta

Domenica 22 novembre 2020
La Basilica rimane aperta dalle 8.30 alle 18.00
Sante Messe* ore 9.00 – 11.00 – 15.00 – 17.00

 

* il numero massimo di fedeli che possono essere presenti alla celebrazione delle Sante Messe è di nr. 60 fedeli; potrebbero venire introdotti ulteriori limitazioni per ragioni sanitarie e di rispetto dei protocolli di sicurezza. 

ATTENZIONE: IL PROGRAMMA PUBBLICATO POTREBBE SUBIRE MODIFICHE IN RAGIONE DI NUOVE ORDINANZE O LIMITAZIONI DEGLI SPOSTAMENTI DELLE PERSONE NEL CENTRO STORICO DI VENEZIA O IN ALCUNE SUE PARTI.

IL PELLEGRINAGGIO ANNUALE

Da più di tre secoli, ogni anno il 21 novembre, si rinnova il pellegrinaggio alla Madonna della Salute per affidare alla Madre di Dio le proprie intenzioni di preghiera e ringraziare dei doni di Grazia ricevuti.

Normalmente, il 21 di novembre e nei giorni vicini sono decine di migliaia i pellegrini che giungono al Santuario dalla città di Venezia e anche dal resto della Regione per affidare le loro intenzioni di preghiera alla Madonna della Salute e accendere un certo come segno visibile della fede che li ha condotti pellegrini.

L’emergenza sanitaria che tutto il paese sta vivendo e il rischio che ogni tipo di assembramento di persone causi ulteriori contagi, richiede di vivere l’annuale pellegrinaggio come un pellegrinaggio del cuore e della fede. 

Come vivere il Pellegrinaggio?

  1. Vivendo la celebrazione della s. Messa  il giorno 21 novembre nella propria parrocchia. Le s. Messe verranno celebrate anche nei luoghi di cura, negli ospedali e nelle carceri.
  2. Pregando il Santo Rosario in famiglia venerando una immagine della Santa Madre di Dio.
  3. Disponendo il cuore nella preghiera della novena alla Madonna della Salute dal 12 novembre.

La possibilità e le modalità concrete per vivere il pellegrinaggio visitando la Basilica della Salute saranno rese note nei prossimi giorni, in ragione della situazione epidemiologica della città di Venezia e dei provvedimenti della autorità pubbliche.

Il Santo Padre Francesco ha concesso una speciale indulgenza plenaria ai fedeli che, alle consuete condizioni, visitino chiese parrocchiali o santuari, chiese rettoriali, cappelle (di luoghi di cura, residenze per anziani e istituti di reclusione) del Patriarcato di Venezia nei giorni 19-22 novembre 2020.

Lo stesso dono di grazia è stato concesso a tutti quei fedeli anziani, malati oppure che per gravi motivi non possono uscire di casa e a coloro che li curano o assistono, i quali unendosi spiritualmente agli altri fedeli, dinanzi ad un’immagine della Beata Vergine Maria, recitino il Santo Rosario secondo le proprie intenzioni e quelle del Santo Padre.

Viene concessa il dono dell’indulgenza anche ai fedeli che parteciperanno attraverso i mezzi di comunicazione (televisione, social media) alla celebrazione presieduta dal Patriarca nella Basilica della Salute il giorno 21 novembre 22.

NORME PER IL RISPETTO DELLE PRESCRIZIONI SANITARIE:

  • L’ingresso dei fedeli nella Basilica della Salute sarà necessariamente fortemente limitato e contingentato per rispettare le norme sul distanziamento interpersonale;
  • Nei giorni 19-22 novembre non sarà possibile accendere candele o lumini votivi all’interno della Basilica della Salute.  Potranno essere donate da parte dei fedeli, deponendole autonomamente nelle apposite casse distribuite lungo il percorso. Alcuni ceri saranno accesi da parte dei volontari del servizio. Le altre candele saranno fuse e il ricavato verrà destinato al Fondo s. Nicolò per sostenere le famiglie in difficoltà economica a causa della riduzione o perdita del lavoro.
  • Il percorso di accesso e di movimento all’interno della Basilica sarà delimitato da transenne. Normalmente sarà possibile avvicinarsi all’altare oppure i fedeli potranno scegliere di uscire prima di raggiungere attraverso le porte laterali;

wordpress theme powered by jazzsurf.com